Lo shape. La forma delle tavole Surf / SUP

  |   iSUP, JBZ Academy SUP Tech

Lo shape di una tavola è la sua forma. Ogni forma è stata studiata per esaltare alcune le caratteristiche che ogni disciplina o utilizzo necessita. Chiaramente, quando si prediligono alcune attitudini in una tavola, inevitabilmente si finisce per penalizzarne delle altre. E’ proprio per questo motivo che ognuno sceglie lo shape ideale in base alle sue esigenze, finalità o gusti.

 

Nello studio dello shape delle tavole da Surf / SUP vengono modificati i parametri di alcune zone che hanno dei nomi specifici. Ognuna di queste parti ha delle proprie funzioni che si influenzano a vicenda generando tavole di vario genere, forme adatte per qualsiasi disciplina e gusto o stile di surfata, identificate ognuna da un Outline particolare.

Quali sono queste zone?

I termini di seguito descritti si riferiscono alle tavole in generale. Questo ti aiuta anche a capire quali parametri sono da tenere in considerazione. Per una scelta iniziale, come anticipato nel capitolo precedente, è sufficiente avere un volume adeguato e una buona stabilità per muovere i primi passi.

Nose

Il Nose è la prua della tavola.
Un Nose più appuntito o stondato dipende dall’outline della tavola ovvero dalla sua forma perimetrale e dal suo volume. Se si necessita di portare più volume a poppa avremo un Nose più appuntito mentre, se è distribuito in modo più uniforme, come sui longboard, avremo un Nose più stondato.
Il Nose Rocker è la curvatura del nose verso l’alto. Più il Nose Rocker aumenta, più aiuta la tavola a superare le onde o a scenderle senza ingavonarsi. Questo tende a rallentarne la sua velocità.

Tail

Il Tail è la poppa della tavola.
Un Tail più stretto rende la tavola più reattiva e manovriera.
Il Tail quadrato è più adatto per manovre radicali, ovvero molto repentine ed estreme.
Un Tail più largo e tondo, in virtu del maggiore volume a poppa, permette una partenza in planata anticipata rispetto ad un Tail più appuntito e sottile.
Più il Tail Rocker aumenta, più la tavola è manovrabile ma tende a perdere di velocità.

Rail

I Rail sono i bordi della tavola.
Rail tondi rendono la tavola manovriera ma poco direzionale e veloce.
Rail più spigolosi rendono la tavola più direzionale e veloce.

Deck

Il Deck è la parte superiore della tavola. Sul Deck è generalmente presente l’anti scivolo in Eva (Pad) oppure, sulle tavole rigide, si spalma la cera di carnauba per creare il Grip.
Un Deck piatto assicura un migliore feeling ma le manovre saranno meno estreme, repentine e veloci.
Un Deck stondato consente di ottenere una migliore distribuzione dei volumi al centro della tavola.

Bottom

Il Bottom è la parte inferiore della tavola, ovvero la carena.
Una Bottom piatto rende la tavola facile da utilizzare.
Una Bottom concavo ottimizza la velocità.

Fins

Sul retro della tavola ci sono le pinne e sono adibite alla direzionalità della tavola. Esistono diverse configurazioni, da 1 fino a 4 pinne, di diverse dimensioni. Le configurazioni delle pinne dipendono dalla destinazione di utilizzo della tavola.
In linea generale, per non addentrarsi troppo in un aspetto decisamente tecnico e complesso, l’uso di una sola pinna genera uno stile di conduzione fluido e prevedibile. Una buona lunghezza e superficie della pinna donano anche stabilità, una maggiore velocità e una dolcezza di manovra. Sulle tavole Single Fin possono apparire anche due piccole pinnette laterali che contribuiscono alla stabilità nelle onde più energiche.

Tre pinne consentono di ottenere una migliore presa sulle onde e manovre più rapide, estreme e veloci. Questo è il set up che di norma si trova sulle tavole Sup e sui Sup gonfiabili.
La configurazione a due pinne, tre pinne chiamata Thruster o le quattro pinne chiamata Quad, appartengono ad un genere di tavole con caratteristiche specifiche di maneggevolezza, capacità di eseguire manovre estreme, raggiungere velocità elevate.

Outline

L’Outline è la forma della tavola.
Outline più filante per una tavola più veloce e direzionale.
Outline più corti e tondeggianti rendono la tavola più manovriera.

Leash

Sul retro della tavola sono presenti gli agganci (D-Rings) per il fissaggio del laccetto di sicurezza.

Valvola

Valvola per il gonfiaggio e sgonfiaggio delle Tavole gonfiabili, dotata di innesto specifico.

Il consiglio di Paolo

Con questo articolo voglio farti capire che le tavole da Sup o Surf non sono oggetti solo belli da vedere, ma hanno specifiche particolari che conferiscono qualità di conduzione altrettanto particolari.

Il mio consiglio è quindi quello di basarti su tre fattori di scelta; il posto dove userai la tavola, la specialità che vuoi praticare e la tua abilità. Con questi criteri potrai individuare lo shape della tua tavola. Se sei alle prime armi rimani su tavole voluminose dallo shape morbido e sinuoso, se ti piace fare Sup in posti diversi e hai poco spazio opta per un gonfiabile Allround o Cruiser che hanno forme morbide o leggermente appuntite.

Il mondo del Sup e del Surf è vastissimo e complesso dal punto di vista tecnico e atletico ma potrà darti tantissime soddisfazioni.



JbayZone Support

Consegne:36/48h in tutta italia- isole e zone remote +24/48h. Iniziando ad utilizzare la chat acconsenti al trattamento dei dati personali, cosi come descritto nella nostra: